Pubblicato il

I Miracoli – La traslazione della Santa Casa di Maria

Cos'è un Miracolo e come si può definire tale?

Ai cattolici è insegnato che il miracolo è un evento che supera le leggi della natura, che è meraviglioso, straordinario, manifesto, e può essere compiuto direttamente da Dio o per mezzo di una sua creatura
I Miracoli che, se conosciuti profondamente porterebbero alla fede anche gli atei più incalliti, avvengono solo nella Chiesa Cattolica, cheli riconosce solo dopo lunghi, minuziosi, rigidi controlli. 
La verifica di un presunto miracolo a Lourdes, per esempio, inizia dall’Ufficio constatazioni mediche presso il santuario, che inoltra, se del caso, al comitato medico internazionale a Parigi la documentazione relativa all’evento. Alla Chiesa, infine, spetta la decisione finale sulla soprannaturalità dell’ evento. Dal 1858 ad oggi solo 70 guarigioni sulle 7000 dichiarate sono state riconosciute miracolose. 

Il Miracolo della traslazione della Santa Casa a Loreto

Un Miracolo che non necessita di verifiche è quello impressionante della traslazione della Casa della Santissima Annunziata, che dal 1291 al 1296 fu trasportata da Nazareth in quattro luoghi diversi prima di essere depositata definitivamente a Loreto (nelle Marche).
Per sette secoli la traslazione miracolosa non è mai stata messa in dubbio. Approfondite indagini, testimonianze, controlli dei Vescovi dei luoghi delle traslazioni, analisi scientifiche, storiche e il riconoscimento da parte di sommi pontefici, da Nicolò II (1292) a Benedetto XV (1920), che hanno confermato la soprannaturalità dell’evento. 
Nonostante i tentativi dei modernisti negli ultimi 30anni  di negare il miracolo riconosciuto durante sette secoli dal magistero pontificio e dalla totalità dei fedeli cattolici, la dimora della Santissima Annunziata a Loreto continua ad attirare milioni di pellegrini desiderosi di pregare entro quelle mura che furono l‘abitazione della Sacra Famiglia. 

Il Santuario Pontificio della Santa Casa di Loreto, situato nelle Marche, vicino al mare di Porto Recanati, custodisce la Santa Casa all’interno della Basilica. La Santa Casa è composta da tre pareti che, secondo la tradizione, costituivano la parte antistante la grotta di Nazareth, dove la Beata Vergine Maria visse e ricevette l’Annunciazione. La tradizione vuole  che la traslazione della Santa Casa da Nazareth a Loreto sia stata opera degli angeli.

Le tre pareti della Santa Casa combaciano perfettamente con il perimetro della Grotta di Nazareth, e le pietre utilizzate nella costruzione non sono originarie del territorio di Recanati, ma risalgono alla Palestina dell’epoca di Cristo, confermando l’autenticità della reliquia.
Loreto ha prosperato grazie alla presenza della Santa Casa, che ha attirato numerosi pellegrini in cerca di grazie e benedizioni. 

La quarta parete della Santa Casa, dove è posta l’immagine sacra della Vergine Lauretana, è stata edificata a Loreto. La statua attuale risale al 1922, in sostituzione di quella persa in un incendio nel 1921. 

La Santa Casa è considerata il luogo dove Maria nacque, visse come donna, sposa e madre, e dove pronunciò il suo sì a Dio.  

Basilica Santa Casa di Loreto
Casa della Vergine Maria

(Articolo scritto da Alberto Pilotti)