Corona per devozione alle anime purganti – Refugium Peccatorum

28,00

– paracord verde militare
– croce del perdono con medagliette
– medaglia San Giuseppe
– medaglia Mater Dolorosa

Non si può indossare

Aggiungi il contenitore

Descrizione

DEVOZIONE ALLE ANIME PURGANTI per ottenere qualche grazia speciale.

1. Scegliere l’anima che più patisce nel Purgatorio perché interceda da Dio la grazia che si brama.
A questo fine, per 33 giorni, in memoria degli anni della vita del Redentore, offrire ogni giorno per 33 volte, il Sangue di Gesù Cristo all’Eterno Padre.

2. Comunicarsi ogni settimana, possibilmente la domenica, per la detta anima più afflitta del Purgatorio, mettendola ogni settimana in una delle piaghe di Gesù. La prima settimana nella piaga della Mano destra, la seconda in quella sinistra, la terza nel Piede destro, e gli ultimi cinque giorni che restano a compiere i 33 giorni, racchiuderla nella piaga del Sacratissimo Costato. Se possibile fare la comunione nell’ ultimo giorno.

3. In tutto questo tempo mettere quest’anima sotto la protezione di Maria Santissima, Consolatrice degli afflitti, particolarmente invocandola sette volte, in memoria dei dolori da lei sofferti nei 33 anni che Gesù stette al mondo e pregandola ad intercedere la liberazione di quest’Anima afflitta dal Purgatorio, e la grazia che si desidera.

“Eterno Padre, vi offro il Sangue preziosissimo di Gesù Cristo scaturito dalla PIAGA DELLA MANO DESTRA in suffragio dell’Anima più afflitta del Purgatorio. Addolorata Vergine Maria, Consolatrice degli afflitti, e Voi San Giuseppe, intercedete per lei, e voi Anima Benedetta, andate davanti a Dio e domandare grazia per me, e se è spediente alla salute dell’anima mia fate che questa grazia mi sia concessa”.

Dopo l’ultima recita si dica 7 volte:

Consolatrix afflictorum ora pro ea.

Requiem aeternam dona sia Domine, et lux perpetua luceat eis: requiescant in pace. Amen

(Nella seconda settimana si dica: mano sinistra
Nella terza, piede destro, nella quarta piede sinistro e poi nel sacratissimo Costato).

Questa devozione è efficacissima. Praticata con mirabile effetto non si è mai dato caso che chi l’ abbia fatta a dovere non abbia ottenuto quanto desiderava. Chi è afflitto da qualche sventura ne faccia la pratica, con fine retto e pietoso raccoglimento e ne sperimenterà l’efficacia.