Rosario in corda e croce reliquiaria – Deum Patrem

36,00

Esaurito

Descrizione

Il teschio rappresenta il “memento mori”, la fugacità del tempo, ricorda che in questa vita siamo solo di passaggio e che la vera salvezza è quella in paradiso.

Oltretutto, quanti Santi vengono raffigurati con un Teschio tra le mani? Si pensi a San Francesco D’Assisi, San Romualdo, San Girolamo e Maria Maddalena… i teschi sono presenti nei ritratti dei santi per sottolineare la loro saggezza e la costante consapevolezza della propria mortalità. Questo ”memento mori” (= ricordati che devi morire) è un semplice riconoscimento che “polvere sei e polvere tornerai”, come ci vien detto all’inizio di ogni Quaresima. Questa frase ci ricorda che questa vita sulla terra è molto breve e che non conosciamo l’ora e il giorno in cui Cristo verrà a chiamarci. Moriamo tutti, è brutto da dire, ma è così. I Santi ricordavano questo semplice fatto e non volevano dimenticarlo. Sapevano che Dio li avrebbe giudicati quando sarebbero morti e non volevano apparire davanti a Lui a mani vuote.

—————-
Corona del Rosario realizzata in paracord sui toni del beige, grani in legno neri, distanziatori a forma di teschio che ricordano il Memento Mori, crociera San Giuseppe e croce reliquiaria contenente la terra di Gerusalemme.